Danteiniceland.com

news e aggiornamenti sulle ricerche di Giancarlo Gianazza

Il Segreto dei Templari in Islanda

Posted by danteiniceland su settembre 23, 2008

Da diversi anni  Giancarlo Gianazza, grande appassionato di arte, filosofia e astronomia medievale è impegnato in una singolare e alquanto straordinaria ricerca in terra islandese.

Partendo dallo studio dei dipinti del Botticelli e sostenendo che in essi fosse celato il mistero di alcuni passaggi della Divina Commedia è arrivato alla dimostrazione di un emblematico viaggio intrapreso da Dante nel lontano 1319. Se poi al Botticelli si affiancano le figure di Leonardo da Vinci e Raffaello il passaggio è a dir poco inquietante e capace di riscrivere la lettura dell’opera Dantesca se non dell’intera cultura occidentale.

L’aspetto più singolare e incredibile è che secondo gli studi compiuti da Gianazza nel Purgatorio e nel Paradiso di Dante verrebbero indicate con estrema precisione le date di questo viaggio e la posizione geografica  di un punto esatto della superfice d’Islanda  corrispondente al giardino dell’Eden dantesco; una zona posta in prossimità del fiume Jökulfull (centro-sud) ed in particolare del suo sottosuolo.

In questa zona, in una cavità sotterranea segreta di 5 m x 5, secondo Dante (ed il Gianazza), un manipolo di cavalieri avrebbe seppellito il.

Fantasia? Realtà? Mito? Difficile dirlo e al momento dimostrarlo ma sta di fatto che le ultime ricerche sul campo e le innumerevoli verifiche incrociate dell’opera Dantesca e dei dipinti rinascimentali incominciano a combaciare.

Non solo; secondo alcuni documenti islandesi risalenti all’epoca su indicata (la saga di Snorri, una delle poche giunta interamente fino ai nostri giorni e tuttora conservata nella capitale islandese) si fa riferimento ad una misteriosa spedizione di “cavalieri meridionali” nel 1217. Una presenza a dir poco anomala e che ha dell’eccezionale per la storia di Islanda ma che allo stesso tempo nessun storico è mai riuscito a giustificare. Una spedizione dei Cavalieri Templari alla ricerca di un luogo dove seppellire i propri segreti ?

Inoltre pare proprio che tale cavità esista effettivamente così come dimostrato da rilevazioni compiute con l’ausilio di georadar e tomografia elettrica fatte appositamente e recentissimamente da esperti in questo tipo di prospezione del sottosuolo provenienti dall’Italia e da altri paesi del mondo accorsi sul luogo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: